martedì 26 luglio 2016

Agosto!

Tempo di ferie

L'ottavo mese è alle porte!
Hai già pronta la valigia per partire e goderti una giusta pausa?
Io mi sto preparando, tra poche ore mi muoverò verso la mia Casa nei boschi.

Nel frattempo, sul mio Calendario, gioco così: Se fossi una Salamandra...



... abbraccerei forte forte il Sole


Oh come è vero!
Vado incontro al relax e abbraccio il mio Fiume, le giornate di mare, il canto dei grilli e le stelle cadenti (ma anche quelle che restano lì dove sono).

Lo sai che il nome di Agosto deriva da quello dell'imperatore Augusto, e ha un significato bellissimo?
Come aggettivo, infatti, vuol dire nobile, venerabile, sacro.

Senza saperlo, fin da piccola ho sempre percepito questo periodo così: importante, da ammirare.
Non solo perché potevo godermi la libertà delle vacanze, ma per la sua atmosfera calda e solare, la sua vivacità e, allo stesso tempo, la sua immobilità. Proprio come un imperatore.

Era il mese delle infinite possibilità

E lo è ancora, ci credo pienamente.
Per questo nelle prossime settimane, come una principessa, scelgo di coccolarmi e in-seguire i miei desideri (anche e sopratutto i più piccoli); voglio esaudirne alcuni alla luce del sole, mentre esprimerò i più profondi nella notte, con fiducia.

Vuoi fare un piccolo rito con me?

Sulla spiaggia, lungo un fiume o sulla riva di un lago raccogli una pietra, quella che attira il tuo occhio e la tua attenzione. Girala tra le mani, scoprine la forma, osserva le sue venature.
Mentre la tieni stretta pensa forte il tuo desiderio, la tua preghiera interiore, e immagina che venga assorbito dal sasso.
Poi, con un sorriso, lancia il tuo ciottolo nell'acqua e osserva i grandi cerchi che si formano.
Quando tutto è calmo, ringrazia e torna a casa.

E lascia fare

Prima di partire per le vacanze ti lascio il mio regalo mensile, il desktop di Illustrilla, che puoi scaricare ai seguenti link nella misura più adatta al tuo schermo:



Ti auguro un Agosto ricco di riposo, di abbracci, di scoperte e sorprese.
Ci rivediamo tra un mesetto e mi racconterai se la nostra piccola magia ha funzionato...

Buone Vacanze e Buona Creatività!

martedì 19 luglio 2016

Briciole di Calendario VI

La nostra passeggiata nel bosco, lungo il sentiero di briciole, ci sta portando nel cuore del lavoro.
Siamo finalmente in quel luogo magico in cui, di solito, si fanno incontri e scoperte importanti; è il momento in cui ti svelo un paio di anteprime golose sul Calendario 2017...

Forza, entriamo nella casetta di marzapane

Tranquilla, non verrai mangiata!
Invece, ti regalo un assaggio di quel che sto progettando.
Mi piace introdurre novità, di volta in volta, nei miei calendari; ma prima di svelarti quella di quest'anno, ti rivelo (finalmente) il tema che ho scelto e che mi sta ispirando:

i Nomi!


I nomi? Una cosa così semplice?
Ebbene sì!
I Nomi, i Nomi propri, i nomi di battesimo, quelle piccole parole che ci identificano dalla nascita e chi ci caratterizzano nella vita.
Il Nome che ci appartiene ha un'origine e un significato, ma spesso ce lo dimentichiamo; eppure ci rappresentano così magnificamente...
E, soprattutto, con un Nome si può giocare, parlare, danzare...

Non ci credi? Aspetta e vedrai!

Per ora non ti dico di più; tranne che ho passato ore a fare top-list di nomi, a scegliere e scartare e sostituire. Ho sfogliato dizionari e cercato l'etimologia di molte parole, scoprendo tesori incredibili.
Da questa lunga ricerca ho selezionato 12 nomi, uno per mese...

...chissà, magari c'è pure il tuo!


Lavorare coi Nomi è divertente, si scende molto in profondità e si scovano emozioni e sensazioni.
Da qui sono partita per lunghi viaggi, attraverso visioni e nuove storie... e sto provando a illustrarle al meglio per potertele mostrare e regalare.

I prossimi mesi mi serviranno proprio per vivere fino in fondo queste 12 avventure, per conoscere i loro protagonisti e i loro universi.

E presto li incontrerai anche tu, se vuoi!


Ora però ti svelo la novità a cui accennavo prima!
Quest'anno il Calendario avrà una pagina in più...
Una pagina in cui potremo interagire, io e te (e se vuoi anche i tuoi amici, i tuoi bambini, i tuoi nonni...); sarà uno spazio di condivisione e di gioco!

Di più non dico, se no che sorpresa è?


Ok, ho saziato un po' la tua curiosità o l'ho alimentata?
Beh, in ogni caso, ti anticipo che il prossimo mese lavorerò sodo, armata di fogli, matite e libroni da studiare (eh già... ti parlerò anche di questo!).

Illustrilla invece, da fine Luglio, si prenderà una pausa, per poi tornare carica di colori a raccontarti le sue storie e a spargere, ovviamente, nuove briciole da seguire!

Buona Creatività!

martedì 12 luglio 2016

Briciole di calendario V

Il sentiero di briciole prosegue e ci conduce nel folto del bosco e del lavoro...

Sei pronta a scoprire cosa accade ora?

Andiamo!
Oggi ti mostro la parte più "tecnica" e "matematica" del fare il Calendario: le griglie dei mesi.

Pensare ai numeri ti fa storcere la bocca, vero? Ma no...
Sai quante volte ho pensato a come avevano ragione le maestre che dicevano "La matematica e la geometria vi serviranno sempre nella vita!" Sante parole.
I conti e le misure sono alla base di tutto; anche (e soprattutto) nel lavoro creativo. Servono a definire gli spazi, a dare dei limiti per non perdersi, a suggerire quello che si può fare.

Quindi, armata di foglio, penna e righello comincio a schizzare ingombri e composizioni.


Il layout, di cui ti parlavo qualche post fa, era già nella mia testa come idea; questo è il momento in cui lo rifinisco, gli prendo le misure come una sarta, in modo che l'impaginazione di base funzioni per tutte le pagine.

I mesi dell'anno non sono lunghi uguale, e non cominciano tutti con il lunedì. Quindi avrò griglie più ingombranti e altre più corte.
Presto molta attenzione a questo aspetto e cerco sempre di avere una visuale completa del progetto, perché mi servirà nella fase di creazione delle illustrazioni definitive.

A volte devo fare e rifare i calcoli per far sì che ogni elemento abbia il giusto spazio ed equilibrio.
Ed è qui che la calcolatrice diventa la mia migliore amica...


A questo punto, trasferisco le mie idee dal foglio di carta al computer!
Qui avviene il vero lavoro grafico.
Una volta definita la griglia, passo al delicato compito di inserire la numerazione dei mesi, le lunazioni e le feste principali, stando ben attenta a non sbagliare (potrei incasinarvi i week end!)


Per ogni Calendario ho sempre deciso un colore base, come tema, per grafica e copertina; sono passata dai rossi, al giallo e all'arancio...
Quest'anno mi piacerebbe usare il blu, ma sto facendo un po' di prove prima di decidere; inoltre molto dipenderà anche dalle immagini finali che, al contrario dell'anno scorso, saranno più ampie e avranno fondi colorati...

Insomma, come vedi, progettare un calendario è complesso; è un percorso in cui fasi differenti si alternano e allo stesso tempo si richiamano e influenzano l'un l'altra, per crescere assieme.

Prima di andare in vacanza (ad agosto) ti svelo ancora qualche cosina del Calendario 2017!
Perciò passeggia libera nel bosco, ma non perdere di vista la pista di briciole...

Buona Creatività!

martedì 5 luglio 2016

Luglio!

... col bene che ti voglio!

Dai, l'hai canticchiata anche tu più di una volta, vero?
In fondo trasmette bene quell'atmosfera estiva da mare, spiaggia, ombrelloni, cocco-bello e schiamazzi da gente in costume... che voglia di vacanze!

Io dovrò aspettare fine mese per partire, ma intanto conto i giorni sul Calendario, giocando:
Se fossi una cicala...



suonerei per ore e ore

Sempre di musica si parla, ma ... quanto è bello il canto delle cicale?
Nella mia casa tra i boschi, nei pomeriggi di Luglio, ogni stanza è pervasa dal ritmo di quel chchchchchchchchch infinito e rilassante.
Un suono continuo, ipnotico, quasi un mantra, che ti porta sempre più dentro te stessa, nella quiete...

Questo luglio avrò un po' di cose da fare e organizzare, ma mi sono data un obbiettivo: riprendere la quotidianità della meditazione e del silenzio.
Voglio ricreare dentro di me quelle sensazioni di calma profonda e benessere già adesso, senza dover aspettare i giorni di ferie.
Posso praticare il Silenzio ovunque e dovunque, e cosa è meglio del qui ed ora?

Vuoi farlo anche tu?

Scommetto che 5 minuti, ogni giorno, li riesci a trovare.
Prendili, fermati, chiudi gli occhi e... ascolta; il tuo respiro, il battito del cuore, i diversi rumori che ti circondano (anche il più fastidioso!).
Ognuno di questi può diventare il mezzo per concentrarti e rilassarti, se lo desideri.

Ci provi anche tu e poi mi racconti come è andata?

Io intanto ti lascio, come stimolo e aiuto alla pratica, il desktop del mese!
Puoi scaricarlo velocemente cliccando sui link sottostanti:



Che tu stia facendo già le valigie (dove vai di bello?) o che sia seduta a una scrivania, al lavoro, io ti auguro buone Meditazioni, buone Vacanze e ovviamente...

Buona Creatività!

martedì 28 giugno 2016

Briciole di calendario IV

Oh, è proprio una fila lunghissima di briciole: una, due, tre e...

Continui a seguirle con me? Evviva!

Come scrivevo la volta scorsa, sono nel pieno del lavoro, nella parte più libera e creativa.
Sto andando in cerca dei miei protagonisti, delle loro storie quotidiane, di ciò che amano e sto decidendo come raccontartelo.

Voglio creare delle pagine ricche di sensazioni e di allegria


Alterno il disegno allo studio: anatomia, character design, prospettiva, di tutto un po'.
E mentre scarabocchio le idee si moltiplicano e rotolano sul foglio, mentre la mano si allena!
È un processo naturale e dà molte soddisfazioni, sai?

Sto imparando molte cose...


Per esempio, più disegno e schizzo...

... più tocco con mano la realtà delle cose
... più riconosco ombre e luci di ogni storia
... più scopro piccole curiosità di ogni personaggio
... più cresce la voglia di esplorare nuovi spazi
... più mi apro a ciò che arriva
... più verifico che tutto, ogni dettaglio, è collegato
... più sento il desiderio di continuare a creare

Sì, perché è un po' come con le ciliegie

più disegno e più voglio continuare a farlo


E tu cosa ami fare? 

Scommetto che hai un cesto pieno di ciliegie...
Mentre ci pensi, io ti aspetto qui per seguire le prossime briciole...

Buona Creatività!

martedì 21 giugno 2016

IntervArtista - Nigutindor

Nuova, nuovissima IntervArtista!
Sei curiosa di sapere chi incontriamo oggi?
In questo magico giorno di Solstizio e di Mezz'Estate te lo svelo subito...

il nuovo Banner! Ti piace?

Se ti piace cercare oggetti curiosi da regalare, ami la ceramica, i bijoux e la fantasia, allora impazzirai per lei:

Anna Marelli - Nigutindor



Il protagonista - Mi racconti del tuo nome e della tua Arte.

Mi chiamo Anna e la mia attività si chiama Nigutindor: è una tipica espressione dialettale milanese che recita “te regali un bel nigutin d’or fa su con la carta d’argenta”. Solitamente lo si diceva ai bambini, per prenderli un po’ in giro quando volevano un regalo o facevano i capricci, perché nigutin significa niente e d’or è d’oro.
Ho scelto questo nome in onore alla mia mamma e a mia nonna, milanesi, che mi hanno trasmesso la passione per il “fare a mano” e per l’arte.
Il nome in sé non ha un riferimento particolare a quello che faccio, dipingo ceramica bianca e creo bijoux con l’argilla, perché sono sempre in evoluzione e potrei cambiare materiale in un prossimo futuro; quello che conta è creare regali, oggetti da regalare ad altri o a se stessi.
Ha riferimento però nel significato del “niente d’oro”: anche un piccolo pensiero, se fatto con le mani e col cuore acquista valore come se fosse oro.
Faccio anche dei corsi: insegno ad usare la macchina da cucire, ad usare l’argilla e a fare dei timbri fai da te. L’idea è quello di abbattere le barriere del “non so farlo” perché il cambiamento nasce dal provare.

Il viaggio - Quando e come hai iniziato questo percorso? 

Ho studiato al liceo artistico e forse avrei dovuto fare l’istituto d’arte, molto più “materiale”.
Il destino mi ha portato a studiare Architettura e a lavorare come architetto paesaggista per 13 anni prima di capire che il “fare a mano” è per me più gratificante del progettare (e molte volte non vedere realizzato nulla).
Dopo un percorso di sblocco creativo, ispirato dal libro di Julia Cameron La via dell’artista ho capito che la mia strada è quella dell’espressione artistica, del crafting e forse dell’insegnamento di quest’arte.
Tra l’altro è un percorso che sto percorrendo tutt'ora e sto condividendo sul mio blog, ho creato anche un “Circolo Sacro” su Facebook e sono rimasta piacevolmente colpita dal fatto che la condivisione di questo percorso sta aiutando altre persone.



Il luogo – Mi racconti del luogo in cui crei?

Ormai mi sono impossessata di tutta la casa :)
Ho la stanza degli ospiti dedicata a craft room con la macchina da cucire di mia mamma (ha più di 60 anni) e un grande tavolo dove abbandono colori e pennelli, ma quando ho un lavoro grosso da fare il tavolo della sala diventa mio.
Più di una volta ho costretto mio marito a mangiare sul divano e sul tavolino in soggiorno per non spostare tutto il materiale del lavoro che stavo facendo.
Ho anche invaso il box con il forno per la ceramica e un piano di lavoro vicino al lavandino per lavorare l’argilla.

Lo strumento - Quali strumenti e tecnica usi?

Pennelli e pennino, quello per la calligrafia per intenderci, per la ceramica bianca.
La tecnica è quella del terzo fuoco.
Il “colore” viene applicato e diventa indelebile una volta che il supporto viene cotto a 780 gradi per più di 6 ore nel forno apposito. Dopo questo trattamento il colore non viene più via perché entra nella patina lucida della porcellana.
Sto testando il lavaggio di un porta-mestolo in lavastoviglie ( almeno 3 volte a settimana) e dopo 3 anni è ancora nuovo!
Per l’argilla uso la tecnica della lavorazione a lastra e gli strumenti molte volte sono simili a quelli del cake design: si tratta sempre di una pasta che viene stesa e lavorata. L’argilla viene poi cotta a più di 900 gradi, nello stesso forno da hobbista della ceramica bianca, e ricotta una seconda volta se voglio mettere la patina lucida e trasparente tipica della porcellana che si chiama cristallina.



Le relazioni – Chi sono i tuoi aiutanti, amici, antagonisti?

Senza Ivan, mio marito, che mi appoggia e mi aiuta non potrei fare nulla.
Non si lamenta del caos in casa, viene con me ai mercatini ed è il mio “venditore ufficiale”, è il mio fan numero uno, crede nelle mie capacità creative, apprezza tutto quello che faccio.
Ho poi un gruppo di creative (blogger o creative come me) con cui condivido la passione del crafter, ci troviamo spesso per momenti creativi o di divertimento e con alcune di loro ho creato anche una collaborazione. Abbiamo gli stessi interessi e lo stesso modo, un po’ scanzonato, di veder il mondo!
Antagonisti? Non ne ho, invece che crearli provo a collaborare.

Luce e ombra -  cosa ami di più e cosa meno della tua Arte?

Amo vedere le mie creazioni fare felice qualcuno, amo aprire il forno quando lavoro l’argilla e vedere tutte le mie creazioni colorate come se fossero caramelle, faccio pace con la mia parte bambina e mi sento bene.
Amo vedere qualcuno che prima non sapeva fare qualcosa e dopo un mio corso si sente più sicuro e ha voglia di provare e sperimentare.
Le ombre sono la poca considerazione per l’arte del fatto a mano che dilaga; cinese e che costa poco è meglio insomma. Ma sento che una nuova sensibilità si sta facendo strada, ci sono persone curiose di come faccio, quanto tempo impiego e che ama le cose belle e fatte bene!



  
L’orizzonte - Quale sono i tuoi prossimi obbiettivi e progetti?

I progetti per settembre sono i corsi: partire con nuovi corsi presso associazioni, librerie, lab nella mia zona o nelle città vicine.
E poi nuove collezioni e collaborazioni per il periodo natalizio, su cui sto già lavorando.
L’idea è sempre quella di poter vivere con quello che faccio, che per me è il lavoro più bello del mondo!
  
Il dono - Mi mostri la creazione che meglio ti rappresenta? 

Una sola creazione non basta!!!
Per la ceramica bianca sicuramente i piattini porta bustine, solitamente dipinti coi fiorellini, io ci ho disegnato l’astronave di Guerre stellari, l’arcobaleno dopo il temporale e messaggi motivazionali.
Per le creazioni in argilla, la collana con il diamante, la casa della collezione home e non può mancare la nuvoletta con le gocce in argilla nata dalla collaborazione con TamagoCraft.



Il consiglio - Mi sveli la tua frase guida, il tuo motto?

La mia frase guida è una cosa che mi dico per contrastare la mia paura di sbagliare, derivante da una ricerca, a volte anche ossessiva, della perfezione… e questo pensiero a volte blocca le mani:
Inizia, nessuno è nato imparato!

Il sentiero – Come ti raggiungo?

I social che uso di più sono sicuramente instagram e facebook.
Ho poi un blog in cui racconto del mio percorso di sblocco creativo e le novità sul mio percorso, dove racconto chi sono e cosa faccio, c’è una gallery e i contatti per i miei negozi on line su Etsy e su Alittle market.



Io sono totalmente affascinata da queste creazioni e resto in attesa di saperne di più!
E tu che ne dici? Ti ha conquistata Nigutindor?
Io dico di sì...

Grazie Anna!
E a tutti...

Buona Creatività!

martedì 14 giugno 2016

Briciole di calendario III

Briciole, briciole, briciole...

Terzo appuntamento per dare una sbirciata al lavoro che sto portando avanti sul Calendario 2017.
Dopo averti raccontato della primissima fase in cui raccolgo idee e sensazioni, e della seconda in cui ho utilizzato pinterest con un approccio intuitivo diverso dal solito, oggi ti svelo altri 3 piccoli ma fondamentali passaggi.

Primo: dare una forma

Questa è una delle primissime cose che decido nella progettazione del calendario.
Il formato e le misure che avrà sono indispensabili per partire.



Sarà grande o sarà tascabile? Scelgo la grandezza in base a moltissimi fattori, spesso anche puramente logistici e successivi, per esempio: se devo spedirlo, con quali formati posso tener basse le spese di invio?
Sarà orizzontale o verticale? Ogni anno mi diverto a cambiare seguendo il sentire del momento...
Dove la metto la spirale con il gancetto per appenderlo? Se voglio usare la spirale (che amo, perché molto pratica) devo capire subito quale spazio mi porterà via. Ho usato anche altri mezzi nei precedenti calendari, per esempio la clip del 2014 (riciclabile).

Decisa la forma esterna, passo a quella interna: il layout vero e proprio.
Decido quasi immediatamente lo spazio che lascerò alla griglia e alle immagini, perfezionando la disposizione degli elementi grafici in un secondo tempo, magari variando qualcosa in corso d'opera.

Mi piace sentirmi flessibile e aperta a improvvise intuizioni...

... ma la visione di base del calendario, se pur abbozzata, esiste fin dall'inizio.


Secondo: scrittura creativa

Nei miei calendari inserisco sempre del testo: brevi frasi, piccole poesie, parole chiave.
Come in un albo illustrato, ci tengo a creare una perfetta sinergia tra parte scritta e disegnata; non solo a livello di composizione grafica ma, soprattutto, per dare vita a un contenuto che abbia senso e forza.


Quest'anno mi sono un po' complicata le cose...
Amo inserire il gioco nelle mie creazioni, per divertirti e coinvolgerti per 365 giorni; e per questo calendario ho deciso di giocare con le parole, con il tema stesso (che ti svelerò più avanti) e di conseguenza con le immagini.
Tutto è collegato e il rapporto testo - illustrazione dovrà essere il protagonista, come una coppia affiatata sulla pista da ballo!
Ho passato pomeriggi a spremermi le meningi, a consultare vocabolari e dizionari di sinonimi e contrari, alla ricerca di brevi storie poetiche e dai duplici significati (ne scoprirai il perché!).
Una faticaccia, ma penso di averle trovate. Certo...

... sarai tu a dirmi se ci sono riuscita davvero!


Terzo: disegna, disegna, disegna

Questa fase è la più lunga e ricca.
Schizzo, disegno, provo, riprovo, cancello, osservo, invento, studio, coloro, immagino...
Potrei andare avanti all'infinito!


Credo sia una delle parti più belle del progetto; pian piano i personaggi, le atmosfere, le emozioni, finora solo pensate, prendono corpo.
Nascono.
E mentre si delineano i protagonisti e le loro storie, ne senti i suoni e le voci, ne vedi i gesti, le smorfie e le abitudini e ti ci affezioni.
E più ti leghi a loro, più li coccoli e li rifinisci, più loro crescono...

E il calendario si anima e si riempie di vita


È una magia buffa questa, la creazione.
E tu, ora, vuoi saperne di più... vero?
Ti racconterò altre cose di questo splendido lavoro, ti basta seguire le briciole...

Buona Creatività!

martedì 7 giugno 2016

Giugno!

A cosa pensi se dico Giugno?

Io penso subito alle ciliegie, ai papaveri, alle lucciole e al canto dei grilli che cominciano a riempire i prati!
Di questo mese amo la luminosità chiara ma intensa, la temperatura che raggiunge l'equilibrio (per me) perfetto, i suoni vitali che riempiono anche la notte.

E poi contiene in sé due delle "feste" più affascinanti dell'anno: Litha, il Solstizio d'estate, e San Giovanni festeggiato il 24.
Rispettivamente la magica notte di mezza estate e la notte delle streghe...

Nel mio Calendario 2016 se fossi una Lucciola...


... del buio mi innamorerei

Settimana scorsa, durante una passeggiata con amici in un parco qui vicino, ho incontrato i primi esemplari di queste curiose bestioline.
Insetti grandi quanto una monetina da 5 centesimi, dall'aspetto comune (e non proprio attraente a dir il vero) ma dotati di questa incredibile capacità di illuminarsi e trasformare una serata qualunque in un incantesimo!

Sempre la settimana passata, tra un temporale e l'altro, ho affrontato il fatidico (e faticoso) cambio dell'armadio, ripromettendomi di eliminare un mucchio di cose vecchie e far spazio.
Ti confesso una cosa: sono di un umore ballerino ultimamente, in bilico tra il riso e il pianto, la voglia di fare e la pigrizia, la luce e l'ombra.
Il mio lato oscuro, il mio legarmi in modo sottile ed emozionale ad alcune cose, mi rende difficile lasciar andare... e insomma, non ha molto aiutato il mio buon proposito.
Ma infine son stata brava (anche perché scortata e incoraggiata dal mio grillo parlante personale) e son riuscita a riempire ben un sacco di vecchi abiti!
Un evento!

Pazienza e piccoli passi

... ecco quello che serve.
Piccoli passi per esplorare ogni giorno con coraggio il proprio Buio Interiore, innamorarsene, ritrovare la propria Essenza di Lucciola e Brillare!

Questo è quello che ti auguro per questo splendido mese: sfrutta il magico potere del giorno più lungo dell'anno e della notte più corta per riempirti di tutta la Luce che ti serve per illuminare il tuo percorso!

E per incoraggiarti quotidianamente (diventando la tua personale Lucciola parlante), ti regalo il mio nuovo desktop, che puoi scaricare in due misure direttamente dai seguenti link:





Se ti capiterà di esitare, di venir assalita da dubbi sulle tue capacità e dalla malinconia, salta anche tu da una pietra all'altra, in questo caloroso cielo... potresti fare incontri sorprendenti!

(... e poi, ovviamente, vieni a raccontarmeli che sono una lucciola curiosa!)

Buon Giugno e Buona Creatività!