martedì 24 gennaio 2017

IntervArtista - danillabag

Eccomi con la prima IntervArtista del 2017!


Il freddo è arrivato e con lui la neve, i buoni propositi e i mille nuovi progetti da cominciare!
Ci armiamo di tutto ciò che ci serve per partire e svolgere al meglio questo nuovo viaggio: planning, agende, borse, astucci, penne colorate...
E cosa c'è di meglio di strumenti realizzati a doc per le nostre necessità?

Sei alla ricerca di qualcosa che ti aiuti a fare ordine?

Se come me adori accessori belli e utili (e possibilmente capienti) sarai più che felice appena scoprirai le creazioni della persona che sto per presentarti...

*  *  *

Daniela Monasterio - danillabag




Il protagonista - Mi racconti del tuo nome e della tua Arte.

Ciao, io sono Daniela e danillabag è il mio piccolo brand di borse in tessuto stampato a mano da me. Amo la natura, dai lei traggo spunto per i miei disegni; questo mi porta a fare scelte consapevoli come l’uso di tessuti di recupero e colori privi di solventi.  
La linea delle mia borse è molto semplice e pulita, ma sono soprattutto comode, funzionali e dal chiaro stile nordico.
Il nome danilla nasce da un acronimo: "da" di Daniela, e "nilla" di vanilla un profumo che adoro e che porto ogni giorno. Il significato che do a questo nome è una sorta di identità, un marchio personale e unico, più come persona che come brand. 

Il viaggio - Quando e come hai iniziato questo percorso? 

Mi sono accostata all’handmade nel 2008, quasi per caso. 
Ero stufa dei continui compromessi nella professione da architetto, sempre perizie e relazioni, di creatività neanche l’ombra. Ho iniziato a fare bijoux perché avevo voglia di creare qualcosa e di lavorare con le mani. Poi è arrivata la maternità e mi sono fermata, ma non troppo perché io ho sempre avuto questo bisogno di creare. 
Un giorno decisi di farmi una borsa nuova e sono andata subito a prendere la macchina da cucire della nonna; ne abbiamo fatte tante insieme, io le davo le idee e lei cuciva per me.
Ho fatto qualche borsa per me, poi sono arrivate le amiche, poi le amiche delle amiche e mi sono detta perché no? Ho fatto un po’ di ricerche, qualche esperimento, e mi sono messa a studiare fino a capire che volevo fare qualcosa di diverso, così ho iniziato a stampare io stessa le mie stoffe
Ora sono quella delle borse stampate a mano e la cosa mi piace da morire, sono solo all'inizio ma questo viaggio mi piace già tantissimo.



Il luogo – Mi racconti del luogo in cui crei?

Danillabag è tutta home made; tutti i processi, dalla stampa alla confezione delle borse, vengono realizzati sotto lo stesso tetto, quello della mia adorata casa. 
Amo creare a casa, mi piace poterlo fare a qualsiasi ora del giorno (no, la notte no perché mi piace dormire J) dove posso essere libera, da sola, in piena tranquillità (questo quando il mio piccolo uragano è all'asilo).
Questa è una scelta ben precisa, dettata dalla comodità di non avere spese extra di un negozio o laboratorio, e soprattutto dal desiderio di poter seguire mio figlio nella sua crescita.

Lo strumento - Quali strumenti e tecnica usi?

Utilizzo diverse tecniche di stampa, ma la mia preferita è la stampa a blocco: consiste nell'intagliare una lastra di linoleum con il disegno che si preferisce, magari delle foglie, le mie preferite. Poi su questa lastra si stende il colore e si trasferisce sul tessuto facendo pressione, come se fosse un timbro.
Questa tecnica regala ad ogni stampa sfumature uniche e irripetibili e quindi il risultato sarà sempre una borsa unica, diversa anche dalle sua sorelle.



Le relazioni – Chi sono i tuoi aiutanti, amici, antagonisti?

Sono un tipo introverso e infatti mi piace lavorare da sola, ma amo anche il confronto, soprattutto con le mie colleghe, ci si aiuta tanto e tutto on line, delle volte nascono anche delle belle amicizie. Naturalmente ci sono anche persone diciamo negative, che non prendono sul serio il tuo lavoro, che copiano il tuo lavoro ma in fin dei conti servono anche loro, hanno il compito di spingerti a fare di più.

Luce e ombra -  cosa ami di più e cosa meno della tua Arte?

Amo quasi tutto di questo lavoro, amo stampare, cucire, fare le foto. Amo un po’ meno raccontarmi ma è fondamentale per far capire cosa c’è dietro ogni singola borsa o zaino.  
Amo le imprecisioni delle mie stampe, amo tentare, sbagliare e poi riuscire, che soddisfazione. 
Beh si, non amo lo stress degli obiettivi non raggiunti ma fortunatamente tutto viene ripagato. 


  
L’orizzonte - Quale sono i tuoi prossimi obbiettivi e progetti?

Per il 2017 l’obiettivo più grande è quello di crescere, di poter dire a tutti che sì, questo è un lavoro a tutti gli effetti. Voglio crescere anche a livello qualitativo, con il tempo sto acquistando sempre più esperienza. 
E poi sì, ho un progetto che affiancherà quello delle borse. Io ho studi da architetto alle mie spalle e la casa è una mia grande passione per questo vorrei veramente tanto fare una linea dedicata alla casa, ma questo è un piccolo segreto quindi acqua in bocca!
  
Il dono - Mi mostri la creazione che meglio ti rappresenta? 

Ti mostro questa foto, io  la chiamo foto di famiglia, riunisco tutte le mie creazioni con lo stesso disegno e le fotografo perché delle volte troppo presa dal lavoro mi dimentico di quello che giorno dopo giorno sto costruendo; le fotografo così perché in fondo voglio bene ad ogni singolo pezzo perché si sa, quando realizzi qualcosa di fatto a mano ci metti sempre un pezzetto di cuore. 



Il consiglio - Mi sveli la tua frase guida, il tuo motto?

Il mio motto è “se non è perfetto è sicuramente fatto a mano”, ed è nato con le prime stampe. 
Ma per me è anche un mantra, mi aiuta a fare e a non perdermi nel labirinto della perfezione. 
Un consiglio: se cerchi fare qualcosa alla perfezione, di sicuro quella cosa non la finirai mai perché la perfezione non esiste.

Il sentiero – Come ti raggiungo?

Mi puoi trovare sul mio SITO
Se vuoi vivere la quotidianità del mio lavoro ti aspetto sul mio profilo instagram o sulla pagina facebook: mi trovi sempre e dovunque come danillabag, quelle delle borse in tessuto stampato a mano dai disegni d’ispirazione naturalistica.

*  *  *

Ho scoperto Daniela e le sue bellissime borse all'inizio del 2016 e, pur non essendo mai stata fissata con borse e accessori, non ho potuto fare a meno di innamorarmi delle sue creazioni!
Scommetto che hai gli occhi a cuore pure tu... ti vedo.

Che aspetti, vai a curiosare tra le novità di danillabag!

Grazie Daniela!

Buona Creatività!

martedì 10 gennaio 2017

Gennaio di neve...


Si racconta che i Fiocchi di Neve altro non siano che i sogni umani cristallizzati, momentaneamente dimenticati, che con la Primavera si scioglieranno e torneranno a noi con le acque dei fiumi e del mare...
Torneranno per ricordarci chi siamo e per manifestarsi.
Quindi teniamo duro e rallegriamoci; possiamo scaldarci riprendendo le attività quotidiane e stando in buona compagnia, pianificando per bene i mesi a venire.

Lo so, non è facile.
Perché dopo le feste, il relax, l'abbondanza di pranzi e cene e l'entusiasmo natalizio che ci ha portato a fare mille buoni propositi, in questi giorni siamo un po' giù.
Io mi sento così: in letargo, malinconica e con la voglia di fare che mi scorre sottopelle ma ancora stenta a manifestarsi davvero. 

Ti senti anche tu così? 

In realtà la parola letargo ha un significato molto bello,sai?
Dal punto di vista biologico vuol dire: periodo di vita latente.
Significa che sotto tutta questa neve e questo senso di immobilità la vita continua a muoversi, a scorrere e a creare. Significa che anche se sta arrivando il periodo più freddo dell'anno, il nostro fuoco interiore è sempre lì, nascosto, e...

continua a bruciare silenzioso

Gennaio è sempre stato un mese difficile per me, un periodo "fermo", apparentemente vuoto e statico; e però stranamente ricco di nuovi germogli che spuntano quando meno me l'aspetto.
Allora, approfittando di questa stasi generale, decido di affrontarlo così:

- pianifico bene quello che vorrei fare nelle prossime settimane
- faccio pulizia, riordino e aggiorno il mio spazio e i miei strumenti creativi
- mi dedico allo studio di qualcosa per me utile e piacevole

... e conto i miei germogli!

Uno di questi è il Calendario 2017, in cui gioco con le parole e con i significati che portano; gioco con nomi propri ricchi di senso, perché ognuno di loro cela in sé la sua essenza profonda (anche il tuo!)


volta Celeste lo sguardo alle stelle

Ti presento Celeste.
Ha 11 anni, ama la matematica e gli animali e da grande vorrebbe esplorare lo spazio; è convinta che là, tra miliardi di stelle, troverà risposta alle sue infinite domande...

E tu cosa desideri?

Quali progetti hai?
Cosa vorresti imparare?
Cosa ti piacerebbe creare?


Se ti va, raccontamelo nei commenti :)
E se vuoi anche tu il mio Calendario 2017, scrivimi subito: ho ancora qualche copia che non vede l'ora di farti compagnia (e per questo mese c'è anche un piccolo sconto)! 

Io per questo 2017 ho domande, desideri e progetti in quantità (per esempio, pensa te, vorrei ampliare le mie conoscenze di pasticceria!)
Vedremo assieme cosa riuscirò a combinare sui vari fronti, te ne parlerò qui su Illustrilla e ovviamente, con molti più particolari, nella mia newsletter, ImageryNews.

Se sei già iscritta ci sentiamo molto molto presto!
Se sei iscritta ma non hai ricevuto nulla ancora... ahi! prova a guardare nella golosa cartella dello spam.
Se invece ancora non sei iscritta e vuoi riceverla ti basta cliccare sul banner qui sotto (troverai un piccolo dono illustrato tutto per te!) Ti aspetto!


Buon Gennaio e Buona Creatività!