martedì 14 giugno 2016

Briciole di calendario III - Forma e contenuto

Briciole, briciole, briciole...

Terzo appuntamento per dare una sbirciata al lavoro che sto portando avanti sul Calendario 2017.
Dopo averti raccontato della primissima fase in cui raccolgo idee e sensazioni, e della seconda in cui ho utilizzato pinterest con un approccio intuitivo diverso dal solito, oggi ti svelo altri 3 piccoli ma fondamentali passaggi.

Primo: dare una forma

Questa è una delle primissime cose che decido nella progettazione del calendario.
Il formato e le misure che avrà sono indispensabili per partire.



Sarà grande o sarà tascabile? Scelgo la grandezza in base a moltissimi fattori, spesso anche puramente logistici e successivi, per esempio: se devo spedirlo, con quali formati posso tener basse le spese di invio?
Sarà orizzontale o verticale? Ogni anno mi diverto a cambiare seguendo il sentire del momento...
Dove la metto la spirale con il gancetto per appenderlo? Se voglio usare la spirale (che amo, perché molto pratica) devo capire subito quale spazio mi porterà via. Ho usato anche altri mezzi nei precedenti calendari, per esempio la clip del 2014 (riciclabile).

Decisa la forma esterna, passo a quella interna: il layout vero e proprio.
Decido quasi immediatamente lo spazio che lascerò alla griglia e alle immagini, perfezionando la disposizione degli elementi grafici in un secondo tempo, magari variando qualcosa in corso d'opera.

Mi piace sentirmi flessibile e aperta a improvvise intuizioni...

... ma la visione di base del calendario, se pur abbozzata, esiste fin dall'inizio.


Secondo: scrittura creativa

Nei miei calendari inserisco sempre del testo: brevi frasi, piccole poesie, parole chiave.
Come in un albo illustrato, ci tengo a creare una perfetta sinergia tra parte scritta e disegnata; non solo a livello di composizione grafica ma, soprattutto, per dare vita a un contenuto che abbia senso e forza.


Quest'anno mi sono un po' complicata le cose...
Amo inserire il gioco nelle mie creazioni, per divertirti e coinvolgerti per 365 giorni; e per questo calendario ho deciso di giocare con le parole, con il tema stesso (che ti svelerò più avanti) e di conseguenza con le immagini.
Tutto è collegato e il rapporto testo - illustrazione dovrà essere il protagonista, come una coppia affiatata sulla pista da ballo!
Ho passato pomeriggi a spremermi le meningi, a consultare vocabolari e dizionari di sinonimi e contrari, alla ricerca di brevi storie poetiche e dai duplici significati (ne scoprirai il perché!).
Una faticaccia, ma penso di averle trovate. Certo...

... sarai tu a dirmi se ci sono riuscita davvero!


Terzo: disegna, disegna, disegna

Questa fase è la più lunga e ricca.
Schizzo, disegno, provo, riprovo, cancello, osservo, invento, studio, coloro, immagino...
Potrei andare avanti all'infinito!


Credo sia una delle parti più belle del progetto; pian piano i personaggi, le atmosfere, le emozioni, finora solo pensate, prendono corpo.
Nascono.
E mentre si delineano i protagonisti e le loro storie, ne senti i suoni e le voci, ne vedi i gesti, le smorfie e le abitudini e ti ci affezioni.
E più ti leghi a loro, più li coccoli e li rifinisci, più loro crescono...

E il calendario si anima e si riempie di vita


È una magia buffa questa, la creazione.
E tu, ora, vuoi saperne di più... vero?
Ti racconterò altre cose di questo splendido lavoro, ti basta seguire le briciole...

Buona Creatività!

Nessun commento:

Posta un commento

Se vuoi lasciarmi un commento, puoi farlo qui :) Grazie!